Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

Molto cammino è stato fatto dal quel fatidico 21 giugno 1961 in cui nacque ufficialmente il nostro sodalizio.

L’assemblea costitutiva avvenne il 21 giugno presso il ristorante Sport «da Guerrino». L'iscrizione al campionato fu possibile grazie a una corsa sfrenata allo sportello fuori orario della posta Stazione a Lugano per imbucare, pochi minuti prima dalla scadenza del termine, le circolari per il tesseramento dei giocatori. La nascita del club suscitò, almeno per i primi anni, un entusiasmo ed un seguito notevoli nella vita tranquilla della comunità di Melano. Si giocava per il campanile e le rivalità sportive con i paesi vicini erano molto sentite.

Il primo campo sportivo fu «Al Tannino» (perché sorgeva vicino all’opificio omonimo). Le squadre si cambiavano al ristorante Centrale, lontano una quindicina di minuti a piedi, gli arbitri nel casello ferroviario, abitazione del segretario della società. Su questo campo si giocò quattro anni, raggiungendo una prima promozione.

 

Nel 1966 venne inaugurata, una nuova installazione dotata di spogliatoi e di uno dei primi impianti di illuminazione sui campi di periferia. Sorse grazie al lavoro volontario e al materiale di recupero scovato sui cantieri autostradali presenti nella zona. Nell’avvicendarsi dei campionati, è stato un alternarsi di delusioni e soddisfazioni sportive, fino al raggiungimento di importanti traguardi, come la conquista del campionato ticinese di terza lega nella magica stagione 1972-73, con tutti giocatori della zona, parecchi dei quali usciti dalla squadra allievi. E come non ricordare il cammino fino ad Emmenbrücke, quando la Coppa svizzera si disputava a partire dalle leghe inferiori.

Sul campo Filagni la società ha ottenuto i migliori risultati (dal 1965 al 1975), sempre rimanendo decorosamente in 3a lega, con due puntatine in 2a, che però duravano non più di una stagione.

Seguirono, grazie alla cortese ospitalità del FC Olimpia, una decina danni di esilio in quel di Muzzano. Finalmente, nel 1985 sorse, in zona Sovaglia, l'attuale centro sportivo, nato per volontà dei Comuni di Melano e Rovio. Per il club fu l’occasione per ripartire di slancio iscrivendo ai campionati, oltre la prima squadra, un nutrito movimento allievi più tardi gestito dall’attuale società Raggruppamento Allievi Basso Ceresio. Da allora fu possibile iscrivere regolarmente al campionato FTC anche una squadra seniori. Nel 1979 nacque anche l’associazione sportiva femminile Melano che raggiunse traguardi eccellenti per poi sciogliersi nella seconda metà degli anni 90. La società ha cercato di darsi un’organizzazione più compatta sotto il profilo economico ed amministrativo dopo la grande paura nel campionato 1998/99, quando relegati dalla 3. alla 4. lega, il Club ha veramente rischiato di scomparire.

La fortuna volle che un manipolo di appassionati, guidati per la seconda volta da Fabio Danesi riprende in mano la situazione salvando capra e cavoli e decretando la continuazione dell’avventura.

Ci si è dati un nuovo assetto organizzativo e si sono introdotte nuove manifestazioni per assicurare una continuità anche dal profilo economico.

Parallelamente all'attività sportiva vera e propria, tante sono state le manifestazioni collaterali organizzate (feste estive al lago e nel nucleo, tombole, tornei aziendali ed il simpatico carnevale di Re Nisciolin). Da ricordare anche le trasferte all’insegna dell’amicizia, fra cui, degne di nota, quelle a Losanna, a Monaco di Baviera, in Italia e nella Svizzera interna.

Memorabili i tornei organizzati, in particolare la fortunata serie «El Mundo», e le feste estive, con la partecipazione di diverse orchestre e gruppi di grido.

Il sodalizio è sempre stato condotto da gente motivata e competente. Si ricorda, senza far torto a nessuno, il compianto Diego Zocchetti, presidente nel periodo forse più luminoso.

Durante la stagione sportiva del 50°, come regalo del mezzo secolo di vita, dopo una magnifica cavalcata, è arrivata la promozione in 3a divisione. Un regalo migliore non si poteva sperare!

Dopo il successo delle manifestazioni del 50°, tenute sul campo Sovaglia nel mese di settembre del 2011 le successive tre stagioni si sono concluse con risultati più che decorosi, fino alla stagione 2015/16, quando la squadra in 3a lega, è stata ritirata.

Si è tentato di riprendere nel successivo anno 2016/2017 con il campionato di 4a lega, ma purtroppo sono mancati i presupposti per continuare e la squadra è stata ritirata alla fine del girone di andata.

Da allora non sono più state inserite squadre attive. I seniori hanno per contro disputato regolarmente i campionati a loro riservati.

Certo che le condizioni non sono più quelle di una volta, quando eravamo l’unica società operante nel Comune. I campionati minori sono cambiati. Per emergere è necessaria una buona preparazione atletica e tecnica, sacrifici temporali e finanziari che sempre meno persone sono disposte a fare in particolare se manca lo spirito di appartenenza e di amicizia. Per i giovani il calcio non rappresenta più l’unico sport praticabile così come per le dirigenze, per le quali i compiti di continuità diventano sempre più difficoltosi.

Anche la società ed i modi di gestione sono profondamente cambiati.

Per rilanciarsi è necessario creare una solida base dirigenziale, un numero di giocatori volonterosi, una buona conduzione tecnica ed un serbatoio di giovani leve che possano garantire continuità al progetto sportivo. Motivazioni e spirito di sacrificio sono essenziali e capire che si può essere gratificati per quello che si fa anche senza denaro.

Durante l’assemblea straordinaria del 24.07.2019, il presidente uscente Casellini annuncia le dimissioni da parte dell’intero comitato attuale. Una parte della squadra seniori si mette a disposizione per riprendere le redini della società con lo scopo di far sopravvivere il Football Club Melano, oltre che a garantire il buon funzionamento della squadra stessa.Il nuovo comitato si è reso assolutamente aperto verso chiunque volesse riprendere la società con un valido progetto, sia sportivo che extra - sportivo. A rigor di logica, un discorso costruttivo da sviluppare con il Raggruppamento Allievi Basso Ceresio, come primo interlocutore.

Nasce così il gruppo di lavoro, con i responsabili di AS Arogno e AS Rovio per sondare le possibilità di fondare una nuova società. L’obiettivo sportivo è quello di iscrivere una o due squadre di attivi, inserendo il maggior numero possibile di allievi provenienti dal raggruppamento locale e dotarsi di due squadre seniori. Questa realtà sarà concretamente attiva a partire dalla stagione 2021/22.

Logo FC Melano
logo bianco_edited.png

"Lo sport dà il meglio di sé quando unisce"